Corso Base di Dizione, Voce, Lettura e Public Speaking a Senigallia

Il corso avrà inizio domenica 12 Febbraio e terminerà a Maggio 2023.
Le lezioni si svolgeranno a Senigallia ogni quindici giorni la domenica pomeriggio.

IL CORSO E’ ACCREDITATO MIUR PER L’ANNO 2022-23, E’ APERTO A CHIUNQUE VOGLIA MIGLIORARE LE PROPRIE CAPACITA’ COMUNICATIVE, SIA PER MOTIVI PERSONALI CHE PROFESSIONALI ED E’ RICONOSCIUTO PER LA FORMAZIONE OBBLIGATORIA DEI DOCENTI DI OGNI ORDINE E GRADO, DIRIGENTI E PERSONALE ATA (piattaforma sofia id corso 70415 id edizione 115775).

Avere una voce pulita e libera da cadenze dialettali è un grande biglietto da visita. La dizione oltre ad essere indispensabile per attori, speaker e doppiatori lo è anche per chi vuole risultare seduttivo e convincente. Non esistono voci belle o brutte, esistono voci educate e non educate.

PROGRAMMA

  • Tecniche base di fonazione ed espressione: tecniche di respirazione e uso dei risuonatori principali, regole della dizione italiana neutra contemporanea, eliminare la “cantilena” dilettale, esercizi per una buona articolazione, i difetti (?) di pronuncia. 
  • Giochi sul ritmo e l’ascolto. esercizi per il decondizionamento e la presa di coscienza dello strumento corpo-voce, scoprire e liberare la voce.
  • La voce e il testo: timbro, ritmo, intonazione, volume, pause.
  • Il corpo e il testo: postura, sguardo, movimento.
  • Il corpo della parola.
  • Lettura di testi di diversa tipologia: poesie, racconti, fiabe, monologhi, prosa, dialogo.
  • Analisi dei testi: significanti, parole chiave, appoggiature e accenti psichici; partitura del testo: valore analogico ed espressivo della punteggiatura, la punteggiatura non scritta; la cesura: il luogo del non-detto; pause d’attesa e pause d’ascolto
  • Parlare in pubblico: tecniche di oratoria.

Il corso termina con un reading pubblico degli allievi.

Conoscere il proprio strumento voce aiuta ad acquisire una maggiore consapevolezza del sé, è utile per accrescere le proprie capacità di ascolto, migliora la percezione dei significati non espressi celati dietro le parole.

STRUTTURA DEL CORSO:
La durata del corso è di 24 ore suddivise in 8 incontri della durata di 3 h ciascuno.
Le lezioni avranno cadenza quindicinale, la domenica pomeriggio. Il corso è a numero chiuso.

METODOLOGIA: Lezioni frontali, esercitazioni, laboratorio

DIRETTORE DEL CORSO: Beatrice Gregorini, attrice, regista, doppiatrice, è fondatrice e direttrice
didattica del LaboratorioCentroVoce.

Docente e relatore: Antonio Fazzini, attore, regista, docente di dizione e recitazione.

Il costo del corso è di 200 euro più 20 euro di iscrizione annuale.


Dal 2016 tutti i nostri corsi sono riconosciuti dal Miur per la formazione obbligatoria del personale della scuola (docenti, dirigenti e parsonale ATA), DM 170/16, e sono saldabili con la CARTA DEL DOCENTE


Metodologia: Lezioni frontali, esercitazioni, laboratorio
Luogo: Centro Le Saline, viale dei Gerani 8, Senigallia.



Per informazioni e contatti chiamare il numero 3348857407 o inviare una mail a laboratoriocentrovoce@yahoo.it


Di seguito il calendario dettagliato delle lezioni

  • FEBBRAIO:
  • Domenica 12 ore 17,30-20,30 DIZIONE LETTURA BASE
  • Domenica 26 ore 17,30-20,30 DIZIONE LETTURA BASE
    MARZO:
  • Domenica 12 ore 17,30-20,30 DIZIONE LETTURA BASE
  • Domenica 26 ore 17,30-20,30 DIZIONE LETTURA BASE
    APRILE:
  • Domenica 2 ore 17,30-20,30 DIZIONE LETTURA BASE
  • Domenica 23 ore 17,30-20,30 DIZIONE LETTURA BASE
    MAGGIO:
  • Domenica 7 ore 17,30-20,30 DIZIONE LETTURA BASE
  • Domenica 21 ore 17,30-20,30 DIZIONE LETTURA BASE

ANTONIO FAZZINI

Attore teatrale e cinematografico.
Fra i lavori più importanti: Borges in tango di Giorgio Albertazzi ; Figlie di Ismaele nel vento e nella tempesta di Assia Djebar (che ne ha curato anche la regia affiancata da Gigi Dall’Aglio) ; Dentro “La Tempesta, da William Shakespeare, regia di Giancarlo Cauteruccio; Il principe costante, di Pedro Calderòn de la Barca regia di Pieralli; Giulio Cesare di Shakespeare per Giorgio Albertazzi, regia Antonio Calenda; La gatta sul tetto che scotta, di Tennessee Williams, regia di Francesco Tavassi, Novantadue, di Claudio Fava, regia di Marcello Cotugno; Macbeth di William Shakespeare, traduzione e regia di Giovanni Lombardo Radice. Nel 2013 ha fondato l’associazione RiForma Produzioni che ha prodotto Senza Gioia, di Ilaria Mavilla, regia di Ciro Masella di cui è stato protagonista maschile.
Dal 2003 collabora con l’autore e regista Stefano Massini con il quale, fra le altre cose, ha realizzato Memorie del boia, L’odore assordante del bianco (testo vincitore del Premio Tondelli 2005), Frankenstein, dal romanzo di Mary Shelley, sempre prodotto dal Teatro Metastasio, tutti lavori scritti e diretti da Massini.
Ha cantato nel gruppo vocale Jubilee Shouters di Gianna Grazzini, svolge attività formativa, ha
curato la regia dell’opera La serva padrona di Giovan Battista Pergolesi per l’Estate Romana 2006.
Ha lavorato in cinema e in televisione (Gente di mare, Le ragazze di Sanfrediano, RIS, Carabinieri, Maraviglioso Boccaccio, regia di Paolo e Vittorio Taviani, Il sogno del califfo, regia di Souheil Benbarka (in uscita) Dante. A Documentary Film, regia di Ric Burns, prod Steeplechase Films, New York (in corso di lavorazione).